achat viagra au senegal acheter viagra sans ordonnance au quebec acheter viagra generique 121doc cialis france acheter générique viagra sans ordonnance

Un video per raccontare la storia dei cristiani in Nigeria

 

Alcune donne di una comunità cristiana in Nigeria raccontano la propria opera e la propria vita quotidiana, fatta di assistenza e aiuto a tutti coloro che fuggono dalla violenza di Boko Haram.

 

Suora del Centro:

“In questi centri accogliamo dalle 3000 alle 5000 persone, soprattutto sfollati. Ci sono uomini, donne e bambini…davvero chiunque”

Gloria Amadi, volontaria:

“Sono arrivati qui in seguito agli attacchi perpetrati da Boko Haram; prima che arrivassero loro la gente era serena e viveva la propria vita quotidiana. Boko Haram ha posto la popolazione civile in pericolo, minacciando le persone, soprattutto le donne”.

Hanatu Andrew:

“I terroristi sono entrati nella scuola dove stavo insegnando e hanno bruciato tutto quello che avevamo: libri, tavoli, sedie, tutto. Nel nostro villaggio avevamo due chiese grandi, le hanno bruciate.

Io lo spiego ai miei alunni; Gesù ci ha insegnato ad amarci reciprocamente. E Gesù li ama, ci ha amati e per questo possiamo restare qui. Se non fosse per Gesù che ci ama e ci protegge noi non potremmo restare qui. Per questo motivo insegno ai bambini a non litigare, ma a curarsi gli uni degli altri, a volersi bene.  Se si chiede ai bambini se a loro importa di Boko Haram, essi dicono di no, perché hanno ucciso i loro padri, hanno bruciato le loro case. Loro non amano Boko Haram, non vogliono sentirne pronunciare il nome, vogliono liberarsi dell’organizzazione. Se dico loro che Gesù è amore e ha insegnato ad amare i propri nemici, i bambini replicano che questo nemico, che uccide i loro parenti, non è lo stesso di cui parlava Gesù.

Alle persone in Occidente dico che seguano Gesù Cristo,  che non abbandonino il suo insegnamento. Che permettano che Egli diventi il Salvatore per ognuno di loro.”

Per visualizzare il video completo