cialis en ligne site serieux prix meilleur cialis acheter cialis livraison 48h viagra pas cher vente en ligne viagra prix

Gli inviati del Papa ad Aleppo: È incredibile la vivacità della comunità cristiana

https://youtu.be/0cUPDyMIhu4

È il sostegno diretto e tangibile di Papa Francesco. Ed è per i cristiani e per i musulmani, per Aleppo Est e per Aleppo Ovest. In definitiva per tutti coloro che hanno sofferto per la guerra. Monsignor Giampietro Dal Toso l’ha portata in Siria insieme al Nunzio a Damasco, il cardinale Zenari.

Mons. Giampietro Dal Toso, Vice Segretario del Dipartimento per lo Sviluppo: “Abbiamo portato un aiuto che è destinato in parte per sostenere alle le famiglie cristiane e in parte per dare avviodare inizio a un centro di assistenza humanitariaumanitaria da ad AlepoAleppo Est, dove i segni dei bombardamenti e della guerra sono molto visibili e quindi la Caritas di Aleppo ha avviato un servizio di assistenza humanitariaumanitaria della per la poppolazionepopolazione, che consiste per adesso consiste soprat tutto nel distribuire packipacchi alimentari, vestivestitoao e così via”

Oltre agli aiuti materiali sono stati, soprattutto, la consolazione e la vicinanza di Papa Francesco alla comunità cristiana di Aleppo, una città che ha subito uno dei peggiori assedi di tutto il conflitto siriano.

Mons. Giampietro Dal Toso, Vice Segretario del Dipartimento per lo Sviluppo: “Quello che soprat tutto mi ha colpito è la vivacità di questa comunità cristiana cha ha saputo reagire in momenti difficili alla situazione ma chee che adesso si sta mettendo in una situazione di vita abbastanza normale sta tornando ad avere una vita abbastanza normale ee lo sta facendo anche con uno spirito di comunione”.

La delegazione vaticana ha visitato la città un paio di settimane dopo la fine dei combattimenti. Sono stati quattro lunghi anni di bombe, precarietà e distruzione su molti livelli.

Mons. Giampietro Dal Toso, Vice Segretario del Dipartimento per lo Sviluppo:  “La riconstruzionericostruzione non è solamente, e oso dire, non e tanto la ricostruzione degli edifici, la ricostruzione materiale. C’è sopra tutto da riedificare le persone, c’è sopra tutto una grande azione di riconstruzionericostruzione degli spiriti”.

Proprio in questa zona, monsignor Dal Toso è certo che la Chiesa può svolgere un ruolo importante, per esempio attraverso l’educazione.

Mons. Giampietro Dal Toso, Vice Segretario del Dipartimento per lo Sviluppo:  Le nostre scuole cattoliche in Medio Oriente sono già una fucina insieme di convivenza perché sono frequantatefrequentate di cristiani e musulmani. Sono una fucina fabbrica di personalitapersonalità che si pongono al servizio del bene comune. Allora, in un paese che avrà bisogno di essere ricostruito dai fondamenti dalle fondamenta, ci sarà bisogno esattamente di questo tipo de contributo”.

Oltre a visitare i profughi, gli ospedali e la comunità cristiana, la delegazione ha avuto un incontro con i leader musulmani della città. La ricostruzione sarà un compito di tutti i siriani, in cui il Papa Francesco, con questi gesti, vuole essere anche presente.