Un granello di speranza

Hinna Parvez, ragazza pakistana in esilio nel Regno Unito, ci racconta la sua esperienza e sottolinea come l’unico punto da cui i cristiani del Pakistan possono ripartire sia il dialogo e il valore della propria fede:

“Nel mezzo della drammatica persecuzione dei cristiani in Pakistan avverto una forte vicinanza per loro, loro che non hanno nessun altro modello di vita se non uno in cui vengono discriminati per la fede che professano. Nonostante la difficile situazione, sono speranzosa di poter dare il mio personale contributo, piccolo o grande che sia, scrivendo della vita dei cristiani in Pakistan, aiutandoli a vedere il valore della vita che si meritano in quanto essere umani.

Io credo che solo dopo aver piantato un seme di positività e fiducia nel cuore della minoranza cristiana, l’uguaglianza possa essere promossa e accettata da tutti. In ogni caso, non possiamo guardare al futuro fino a quando non riusciremo a far comprendere a tutti la situazione dei cristiani in Pakistan.  Dobbiamo accettare la difficoltà delle circostanze e quindi cercare, insieme, di fare la differenza”.

Hinna Parvez