Vivere la fede cristiana in segreto

Prima che la guerra civile esplodesse in Yemen Nadeen, una giovane donna di vent’anni, si era convertita al cristianesimo. Durante gli anni dell’università aveva l’opportunità di praticare la propria religione. Dopo la laurea non le è più stato possibile lasciare la propria abitazione da sola a causa del comportamento molto rigido della sua famiglia, musulmana. Nadeen non poteva incontrare altri cristiani né pregare con loro.

Attraverso il proprio account Facebook, Nadeen ha incontrato altri cristiani che avevano creato un gruppo dove condividere le proprie esperienze e testimonianze. “Online, pregavamo insieme e ci ponevamo domande riguardanti Dio e la fede in Cristo.”  Nadeen era inoltre alla ricerca dell’esperienza di essere in una comunità di credenti autentici in Yemen; utilizzava il proprio lavoro come mezzo per poter uscire di casa da sola e incontrare la comunità. Proprio tra queste persone ha conosciuto quello che sarebbe diventato suo marito e ora è libera di professare la propria religione con suo marito, le rispettive famiglie e molti altri cristiani in Yemen.

Nadeen ci racconta del giorno delle sue nozze, lo stesso del suo battesimo: “E’ stato un giorno speciale. Mio marito ha aiutato a compiere il rito e io ero molto felice. Davvero non posso descrivere come mi sono sentita quando ho udito le parole ‘Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo'”.

Leggi la storia completa su Open Doors