Le ferite nascoste sotto le macerie di una guerra

Siria: un progetto per i bambini colpiti da disturbi post traumatici da stress

La guerra in Siria, non ancora definitivamente conclusa e protrattasi per sei lunghi anni, non ha lasciato solo detriti e città distrutte dietro di sé. Non ci sono solo le migliaia di persone che hanno dovuto abbandonare la propria terra o hanno perso la vita; ci sono centinaia, migliaia di bambini, bloccati tra le macerie di Aleppo e altre città, che soffrono per ciò che la guerra ha fatto loro vedere ogni giorno.

Le Fondazioni Giovanni Paolo II  e quella dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù collaborano a un progetto di assistenza ai bambini siriani che soffrono di disturbi post-traumatici da stress, cercando di restituire loro la spensieratezza e il desiderio di avere un futuro. L’iniziativa è stata presentata presso l’ospedale Bambino Gesù di Roma mercoledì 26 aprile.

Per maggiori informazioni:

Ospedale Bambino Gesù

Fondazione Giovanni Paolo II