“Trasformare il vuoto in un luogo di vita”

Yohanna Towaya viveva a Qaraqosh, Sulaka a Batnaya, il vescovo Yousif Ibrahim è monaco nel monastero “più antico dell’Iraq”. Queste sono alcune delle storie raccontate nel secondo reportage dalla Piana di Ninive del giornalista Fernando de Haro, che ha incontrato di persona molti dei cristiani che hanno dovuto abbandonare le proprie case e le proprie terre a causa di persecuzioni che il mondo, a volte, ancora fatica a guardare. Eppure nei loro occhi e attraverso i loro gesti un’eco di speranza riesce a trasparire e a trasformare la miseria in rinascita.

Per maggiori informazioni visita comunione e liberazione