La suora e lo sceicco che lavorano insieme per i più bisognosi in Libano

Un centro dell’Ordine di Malta, gestito dalle suore, assiste i rifugiati siriani in Libano.

Nel video riprodotto nella pagina, vediamo una suora e uno sceicco insieme. Fanno colazione insieme, ridono insieme e lavorano insieme. Sono una rappresentazione efficace della composizione sociale e religiosa del Libano, un paese con 17 confessioni religiose, in cui la vita va avanti senza che nessuno chieda all’altro in quale Dio crede.

“Innanzitutto, siamo tutti esseri umani. Gli esseri umani devono rispettare questa caratteristica di umanità, a prescindere dalle diverse confessioni religiose. Ognuno pratica la propria religione secondo i precetti che Dio ha posto in essa, ma tutti, senza eccezione, condividono i principi sociali, umanitari e morali”.

“Credo che questa immagine mia e dello sceicco, questa immagine di convivenza tra cristiani e musulmani, sia utile non solo per il Medio Oriente, ma anche per un’Europa che non è abituata a vedere questo tipo di convivenza, che qui dura da 1.600 anni. Ci sono stati tempi migliori e tempi peggiori: siamo stati perseguitati, uccisi, cacciati;  in fondo al cuore resta sempre il perdono, e siamo stati capaci di ricominciare e fare il primo passo”.

L’ambulatorio dell’Ordine di Malta, gestito dalle Suore della Carità di Besançon, ha cominciato a funzionare nel pieno della guerra civile libanese. Si trova nella regione rurale di Kefraya e ogni giorno assiste pazienti provenienti da 40 villaggi e centinaia di rifugiati siriani.

L’ambulatorio possiede anche un’unità medica mobile che può offrire assistenza a chi è più lontano. Per questo lo sceicco ha visitato le suore, per chiedere se questo servizio è in grado di raggiungere anche altre località nella regione.

“È un centro essenziale e molto utile per questa zona, sta aiutando molte persone, soprattutto nel mezzo della crisi attuale. Sta alleviando le sofferenze della popolazione”.

“Abbiamo un buon rapporto con tutti. Quando una persona tende la mano noi rispondiamo allungandone due”. “C’è rispetto per tutti e convivenza. Cristiani e musulmani convivono. Sanno che siamo al loro servizio”.

La suora e lo sceicco sono un simbolo dello stesso Libano, un paese in cui una convivenza esemplare è la forza che può illuminare l’oscurità che minaccia l’intero Medio Oriente.