Torna la speranza a Malula, il paese cristiano di lingua aramaica

Nei pressi della città di Damasco si incontra Malula, un piccolo paese caratterizzato da una maggioranza cristiana tra la popolazione che parla aramaico, la lingua di Gesù. Nonostante sia stato occupato per più di tre anni dai militanti jihadisti di Daesh, gli abitanti di Malula stanno recuperando tranquillità e pace.
Oggi la sfida più grande è ricostruire il paese, colpito da un calo nella popolazione da 3000 a 600 persone.  Le associazioni internazionali Missione Cattolica Internazionale, Aiuto alla Chiesa che Soffre e SOS Cristianos de Oriente hanno accolto la richiesta e stanno partecipando alla ricostruzione delle abitazioni.