Nairobi, la storia di Lole e della sua famiglia

È una calciatrice e il suo sogno è diventare coach di una squadra, insegnando l’azione salvifica dello sport. Lole ha 17 anni ed è arrivata in Kenia, scappando dalla Repubblica Democratica del Congo, dopo un lungo e faticoso viaggio insieme alla madre e ai suoi fratelli. Qui è costretta, tra un allenamento e l’altro, a vendere acqua per le strade della città, caricando ogni volta 20 litri sulle spalle.

A Kibera Lole ha incontrato AVSI, presente nello slum con alcuni progetti. Oltre a strutture e centri di accoglienza, la Ong italiana ha creato scuole di eccellenza, come The little prince, che riunisce 346 studenti in 11 classi. Nelle loro strutture non vengono usati criteri religiosi nella selezione dei bambini da sostenere: ci sono musulmani, induisti, protestanti, cattolici e animisti.

Leggi di più Avsi