Jacques Mourad: “Amate i vostri nemici”

Con un grande sorriso padre Jacques Mourad racconta il periodo di reclusione in Siria, nel 2015, in cui ha subito torture e vessazioni.

Dopo la fuga dallo Stato Islamico, p. Mourad ha potuto celebrare la messa con la comunità di Al-Qaryatayn, nelle catacombe, intonando le stesse canzoni delle prime comunità cristiane. É sopravvissuto alla reclusione dei terroristi di Daesh grazie a due virtù, quella del silenzio e quella della benevolenza, ripetendosi sempre queste parole: “amate i vostri nemici”.

Leggi di più sul sito La Vanguardia