Jesuit Refugee Service porta speranza a Qaraqosh

Padre Tony O’Riordan SJ, gesuita, dopo la visita ai profughi yazidi, cristiani e musulmani di Mosul, Sinjar e Ninive, è rimasto impressionato dalla situazione vissuta dalle famiglie di rifugiati del Kurdistan iracheno.

Come membro del team dei Jesuit Refugee Service, ha potuto osservare e comprendere le reali necessità della popolazione, per la maggior parte mediche e formative. Una delle cose che lo ha maggiormente colpito sono le conseguenze permanenti che la guerra ha lasciato sulla vita e sullo spirito delle persone.

Leggi di più sul sito Jesuit Refugiee Service