Le candele dei bambini siriani

La guerra in Siria sta per compiere 8 anni. Una guerra in cui non ci sono vincitori, ma solo perdenti.

Le vittime sono questi bambini. Molti di loro non sanno cosa significhi vivere in pace. Per questo motivo, la fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre lancia la sua campagna natalizia. E lo fa non solo in risposta alla drammatica situazione umanitaria causata dalla guerra, ma anche per evitare la scomparsa della presenza cristiana in Medio Oriente.

Per raggiungere questo obiettivo, migliaia di questi bambini hanno scritto messaggi e acceso una candela per pregare per la pace nel loro paese

“Non abbiamo bisogno della guerra, ma della pace”.“Ho fatto un disegno sulla pace. Voglio vivere al sicuro. Ho disegnato una pace felice”.

“Voglio la pace per tutto il mondo. Voglio che tutti siano onesti gli uni con gli altri, voglio la pace qui e in tutti i paesi”.

“Penso ai bambini di altri paesi. Voglio la pace per tutto il mondo”.

“Voglio dire a tutti i bambini del mondo: spero che abbiate la pace e che Dio vi benedica e vi mantenga insieme”.

Durante questi giorni, in Siria, i bambini hanno acceso migliaia di candele come queste, per fare ascoltare la loro richiesta di pace.

LUKAS AWAD
Parroco ortodosso di Homs (Siria)
“Soprattutto i bambini hanno bisogno di pace, di vivere in pace. Hanno perso la pace che permette loro di uscire di casa, giocare per strada o venire in chiesa. Vivono circondati da urla e bombe. Abbiamo fatto questa campagna perché le persone, e specialmente i bambini, hanno bisogno di pace in Siria”.

MONS. JEAN-ABDO ARBACH
Arcivescovo di Homs (Siria)
“Il grande problema che abbiamo ora, la priorità, sono i bambini. Dobbiamo lavorare con loro nella fede, sul loro stato emotivo e anche perchè possano rimanere in Siria. Le nostre scuole materne sono il cuore del cristianesimo”.

L’organizzazione “Aiuto alla Chiesa che Soffre” porterà queste stesse candele in molti paesi del mondo, per trasmettere la luce della Speranza durante l’Avvento. Inoltre, un milione di candele saranno accese come eco del grido di pace in Siria.

La campagna “Candele per la pace in Siria” vuole ricordare al mondo la drammatica situazione dei cristiani in questo paese. Prima della guerra erano il 10% della popolazione, attualmente sono solo il 3-4%. Perchè sappiano di non essere soli, milioni di luci saranno accese in tutto il mondo.