La festa di Cristo Re in Orissa

I cristiani del distretto di Kandhamal, località nello stato indiano di Orissa, hanno vissuto momenti durissimi. Nel 2008 infatti il paese è stato teatro di massacri compiuti da fanatici estremisti indù che portarono avanti una “pulizia etnica” contro i cristiani con 100 vittime e 56mila sfollati.

Quello che sta succedendo in questi giorni è una professione di fede commovente. Circa 5.000 fedeli si sono riuniti per celebrare la festa di Cristo Re e il Giubileo della fondazione della parrocchia di “Nostra Signora della Carità” a Raikia, nel distetto di Kandhamal, accogliendo l’Arcivescovo John Barwa alla guida della diocesi di Cuttack-Bhubaneswar per una Messa di ringraziamento. “La fede sta crescendo, il numero dei cristiani aumenta, le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata sono fiorenti a Kandhamal” rileva padre Cassian Parichha, 82 anni, sacerdote in pensione, ex parroco della chiesa di Nostra Signora della Carità a Raikia.

Attualmente la parrocchia ha 1.200 famiglie cattoliche. La comunità ha vissuto la celebrazione giubilare nella festa e nella preghiera, organizzando una Adorazione Eucaristica e portando in processione candele accese, a testimoniare la luce di Cristo che dona pace a tutto il paese. Alle celebrazioni hanno partecipato anche fedeli indù.

Leggi la notizia su Fides.org