Giappone, una pergamena del tempo delle persecuzioni

Una svolta che può far luce sulla storia del cristianesimo in Giappone. Il Museo Sawada Miki Kinenkan, situato nella città di Oiso, ha reso pubblica la scoperta di una pergamena in cui sono disegnati i misteri del rosario. La datazione del documento risale alla fine del XVI secolo, quando in Giappone iniziò la persecuzione del cattolicesimo.

La direzione del museo ha spiegato che si tratta di una pergamena alta 22 centimetri e lunga 320, in cui compare una serie di disegni fatti a mano con inchiostro. I disegni rappresentano i misteri gioiosi, dolorosi e gloriosi del rosario e includono alcune frasi latine scritte con caratteri giapponesi. Sebbene l’influenza iconografica europea sia evidente, lo stile ha indubbiamente elementi giapponesi, come gli “hakama”, pantaloni giapponesi tradizionali dell’epoca.

La predicazione cristiana sull’isola, iniziata grazie a San Francesco Saverio e ai suoi compagni gesuiti, ai quali si unì successivamente l’ordine francescano, aveva prodotto un grande numero di conversioni. Si stima che, alla fine del secolo, ci fossero più di duecentomila cattolici in Giappone, compresi molti signori feudali giapponesi.

Per leggere tutto l’articolo, vai sul sito: Infocatolica.com