Per la prima volta, il Papa negli Emirati

Lo scorso 6 dicembre l’annuncio dalla Santa Sede: il Papa dal 3 al 5 febbraio 2019 visiterà gli Emirati Arabi Uniti. “La visita di Papa Francesco nella Penisola arabica è un momento-chiave per il dialogo tra musulmani e cristiani”, ha commentato il Vescovo Paul Hinder, Vicario Apostolico dell’Arabia meridionale, che include Emirati Arabi Uniti, Oman e Yemen. “Accogliamo il Papa con cuore aperto – ha aggiunto mons. Hinder – e preghiamo con le parole di San Francesco d’Assisi: Signore, fa di noi uno strumento della tua pace. Auspichiamo che la visita apostolica sia un passo importante nel cammino di dialogo tra musulmani e cristiani e contribuisca alla comprensione reciproca e alla pace in Medio Oriente”.

La visita segue l’invito dello Sheikh Mohammed bin Zayed Al Nahyan, Principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante delle Forze armate degli Emirati, a partecipare all’incontro interreligioso su “Fraternità Umana”. Nell’annunciare la visita di Papa Francesco, il principe ereditario Mohammed ha dichiarato in un tweet che “il Papa è simbolo di pace, tolleranza e promozione della fratellanza. Attendiamo con ansia la storica visita, attraverso la quale cercheremo il dialogo e la coesistenza pacifica tra i popoli”.

Quella di Papa Francesco è la prima visita in assoluto da parte di un Pontefice nella penisola arabica. Il tema che il Vicariato Apostolico dell’Arabia meridionale ha scelto per la visita è tratto dalla Preghiera attribuita a Francesco d’Assisi: “Signore, fa’ di me uno strumento della tua pace”.

Leggi la notizia su: Fides.org