Dialogo interreligioso per costruire l’armonia sociale

In Indonesia, precisamente nelle isole Molucche, “la Chiesa è impegnata a rafforzare i buoni rapporti con le altre fedi”. Così ha detto il vescovo Petrus Canisius Mandagi, alla guida della diocesi di Amboina, che ha sede ad Ambon, capitale delle isole. Da quando questi luoghi attraversarono un conflitto civile e religioso degli anni 1999-2002, la Chiesa si è impegnata a coltivare e promuovere il dialogo interreligioso, convinta che questa sia la strada per costruire l’armonia sociale e per guarire le ferite della guerra.

“L’armonia religiosa non è solo un concetto di cui parlare, ma è qualcosa da vivere con azioni concrete”, spiega il Vescovo Mandagi. Così quando i musulmani, che sono la maggioranza della popolazione, tengono i loro incontri, i cristiani li aiutano e li sostengono, e viceversa: così si creano legami di amicizia e comprensione. Il Vescovo solitamente visita le famiglie musulmane porta a porta “come segno di buona volontà, comprensione e fratellanza, in modo che le tensioni e le divisioni possano essere risolte attraverso l’interazione reciproca e la condivisione”, osserva.

Leggi la notizia sul sito: Fides.org