L’Ungheria sostiene “Ospedali aperti”

Finanziare le cure mediche di circa 4500 pazienti in strutture sanitarie siriane nell’arco di un anno. Questo è l’impegno preso dal governo ungherese che ha deciso di sostenere il programma “Ospedali Aperti”, gestito dalla Fondazione AVSI. In occasione del lancio di tale iniziativa, circa due settimane fa, il Cardinale Mario Zenari, Nunzio apostolico in Siria, si è recato in visita a Budapest.

In tale occasione, è intervenuto ad un convegno organizzato nell’aula magna dell’Università Cattolica Péter Pázmány (PPKE) di Budapest, in collaborazione con la Segreteria per l’Aiuto ai Cristiani Perseguitati ed il programma Hungary Helps del Governo ungherese. Secondo quanto dichiarato dal Nunzio Zenari, dopo il conflitto che ha dilaniato la Siria per 7 anni, la componente cristiana della popolazione siriana è probabilmente scesa intorno al 2 per cento. E la presenza cristiana in Medio Oriente corre il rischio di estinguersi non tanto perché vengono distrutte le chiese, ma perché gli uomini emigrano all’estero, mentre le famiglie con un coniuge cristiano e uno musulmano seguiranno la religione islamica.

Leggi la notizia su: Fides.org