I martiri cristiani testimoniano che l’ingiustizia non ha l’ultima parola

In seguito agli attentati nello Sri Lanka, il Papa ha ricordato attraverso Twitter l’importanza di Gesù Risorto e come il suo messaggio ci dica che l’ingiustizia non ha l’ultima parola. I cristiani sono oggi il gruppo religioso più perseguitato al mondo, con oltre 200 milioni di persone discriminate.

Non è stata la prima e unica volta che Papa Francesco si è pronunciato su questo tema. Durante tutto il suo pontificato ha ricordato che questo è il destino del cristiano, già annunciato nel Vangelo delle Beatitudini: “Ti perseguiteranno a causa mia”.

Notizia: Ecclesia