Il primo ministro Boris Johnson chiede il rispetto della promessa di carità verso i cristiani perseguitati

Dopo la nomina di Boris Johnson come Primo Ministro, l’associazione benefica per la libertà cristiana Open Doors UK lo invita a mantenere la sua promessa di sostenere coloro che subiscono persecuzioni religiose.

In seguito alla pubblicazione di uno studio sulla persecuzione dei cristiani all’inizio di questo mese, il nuovo leader del Partito Conservatore aveva promesso che avrebbe protetto la libertà religiosa se fosse stato eletto primo ministro.

In un tweet Boris Johnson aveva scritto: “Accolgo con favore la rassegna del Ministero degli Esteri pubblicata oggi riguardante la persecuzione dei cristiani all’estero. Se avrò la fortuna di diventare Primo Ministro, darò sempre priorità alla tutela della libertà religiosa e difenderò coloro che devono affrontare la persecuzione”.

Open Doors esorta il governo a concentrarsi sui Paesi in cui può ottenere il maggiore impatto contro le persecuzioni. Una priorità è la nomina di un inviato del Primo Ministro per la libertà religiosa e l’inclusione della religione nel Ministero degli Affari Esteri, per impegnarsi con le comunità locali e i leader religiosi.

Più informazione: Premier