Un Premio internazionale per padre Tom, testimone di fede tra i jihadisti dello Yemen

18 mesi dopo il suo rapimento, avvenuto nel 2016, padre Tom è stato rilasciato. Durante la
detenzione, ha cercato di mantenere la calma e la serenità, sempre pronto al dialogo e all’incontro con i suoi sequestratori.

Il 15 settembre 2019, nel corso di una cerimonia a Francoforte, la “Stephanus Foundation” lo ha riconosciuto come una figura di riferimento per i cristiani perseguitati. Nella sua testimonianza, padre Tom ha affermato che la preghiera è stata per lui un pilastro fondamentale durante la prigionia.

La Fondazione aiuta i cristiani perseguitati in diversi Paesi del mondo, dove il diritto alla libertà religiosa non esiste, o dove questo diritto viene violato. Negli anni passati hanno ricevuto questo riconoscimento il cardinale Louis Raphael Sako, Patriarca dei Caldei, e il cardinale Joseph Zen di Hong Kong.