Pasqua in Sri Lanka durante l’emergenza coronavirus, nel nome del perdono e dei martiri

L’articolo pubblicato dall’Agenzia Fides si concentra sullo Sri Lanka, un anno dopo che diverse comunità cattoliche sono state vittime di attacchi terroristici.

Padre Basil Rohan Fernando, Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Sri Lanka, ha detto all’Agenzia Fides che i cattolici in Sri Lanka hanno trascorso la Pasqua 2020 ricordando le persone innocenti uccise negli attacchi terroristici di Pasqua 2019.

Ha anche riportato il completamento di una cappella dedicata ai martiri in Negombo, uno dei luoghi più colpiti. L’inaugurazione della cappella si terrà il 21 aprile, primo anniversario della tragedia, ma a causa del lockdown per la pandemia, l’evento pubblico è stato posticipato a data da destinarsi.

Agenzia Fides riporta anche che Pasqua 2020 in Sri Lanka è stata fortemente caratterizzata dal perdono, facendo riferimento a un messaggio del cardinale Malcolm Ranjith, arcivescovo di Colombo. Il cardinale ha detto che la comunità dei fedeli ha perdonato gli attentatori e non prova odio nei loro confronti.

VAI ALLA NOTIZIA