Pakistan. L’aiuto dei cattolici al Paese che affronta la crisi COVID-19

«Trovate i poveri e i bisognosi, di qualsiasi religione, nei vostri quartieri e aiutateli; comprate cibo per le famiglie povere e viveri, con autentica carità, lo spirito della Pasqua». Questa frase di padre Ryan Joseph, Rettore del Seminario di San Pio X a Karachi, riportata da Agenzia Fides pare riassumere quanto racconta l’agenzia stessa rispetto ai tanti gesti di solidarietà che i cristiani del Pakistan stanno mettendo in atto per aiutare il proprio Paese in un momento di crisi. Dai vescovi,ai parroci fino ai semplici cristiani, tante le persone che, in regioni diverse, si impegnano per distribuire cibo e dispositivi di protezione a chi invece non potrebbe procurarseli. Il comportamento dei cattolici getta una luce di speranza e di solidarietà in un Paese dove spesso invece è proprio la comunità cristiana la prima ad essere discriminata e non poter beneficiare degli aiuti riservati ad altri per il solo fatto di appartenere a una religione minoritaria. 

VAI ALLA NOTIZIA