Obbedienza e amore: le caratteristiche dei Cristiani perseguitati in Indonesia

Il Covid-19 non è l’unica ragione per cui alcuni cristiani rimangono esclusi dalla società: sono infatti emarginati da anni a causa delle persecuzioni religiose. Nonostante tutto, si fidano di Dio perché hanno sperimentato più volte che non li lascia soli. Questa è la motivazione che li spinge a cercare nuovi modi di testimoniare amore e pace.

Naomi, una donna cristiana, ne è un esempio evidente. Dopo aver perso il lavoro a causa delle regole di limitazione per arginare il diffondersi della pandemia, ha cercato un modo di aiutare chi ne avesse bisogno. Ha iniziato a usare la sua macchina da cucire per fare delle mascherine da distribuire ai vicini e alle persone che frequentano la chiesa locale. 

La comunità cristiana indonesiana è grata per il contributo di Naomi. Un imprenditore locale le ha offerto un contratto così che possa vendere le mascherine e usare il guadagno per mantenere la propria famiglia durante il periodo di confinamento domestico.

GO TO ARTICLE: Gaceta cristiana