prix du cialis en générique site securisé pour achat cialis cialis 5mg prix algerie acheter cialis en france sans ordonnance prix de viagra en pharmacie

Pastore cristiano in India preso di mira per la sua fede. Chiamano i musulmani termiti e i cristiani peggio

Bryan Nerren afferma che l’India sta assistendo a un aumento delle persecuzioni religiose a causa delle visioni  del partito politico al potere.

Questa è stata la tanto attesa riunione tra Bryan Nerren (NARREN), un pastore cristiano del Tennessee, e i suoi cari.

Quasi otto mesi prima, nell’ottobre 2019, Nerren non avrebbe potuto prevedere che la sua fede gli sarebbe costata un interrogatorio di otto ore con i funzionari doganali all’aeroporto di Bagdogra e oltre sette mesi bloccato in India.

BRYAN NERREN
Asian Children’s Education Fellowship
“Sono stato in prigione per sei giorni prima che l’American Center for Law and Justice fosse in grado di concludere un accordo con l’avvocato in India per ottenere la libertà su cauzione, così da poter uscire. Dopo essere uscito, ci sono voluti sette mesi e mezzo per attraversare un processo interminabile e complicato di disonestà, corruzione, cose che sono state fatte male. Mi hanno estorto dei soldi.”

Nerren dice di essere stato preso di mira a causa della sua religione. Dice che i colpevoli fanno parte del Bharatiya Janata Party(BARATIA GENATA PARTI) (BJP), l’attuale partito politico al governo indiano, che promuove un nazionalismo indù radicale.

BRYAN NERREN
Asian Children’s Education Fellowship
Chiamano termiti i musulmani. I cristiani sono meno di questo. Si sentono come se fossero giustificati nel perseguitare e approfittarsi di qualsiasi religione diversa dagli indù radicali.”

Il caso di Nerren non è isolato. Per la prima volta, nel 2020, la Commissione degli Stati Uniti per la libertà religiosa internazionale (USCIRF) ha incluso l’India nella fascia più alta dei Paesi con persecuzione religiosa. È un problema che secondo Nerren deve essere reso noto a livello internazionale.

BRYAN NERREN
Asian Children’s Education Fellowship
“Ci sono persone meravigliose e brave, che vogliono cose semplici come tutti noi vogliamo. Vogliono essere in grado di lavorare. Vogliono essere in grado di guadagnare abbastanza. Vogliono avere la libertà. Vogliono essere in grado di adorare come vogliono e prendersi cura delle loro famiglie, e questo è vero per la maggior parte degli indù, dei musulmani e dei cristiani dell’India.”

Bryan Nerren è anche il presidente dell’Asian Children’s Education Fellowship, un’organizzazione senza scopo di lucro che lavora in Nepal per formare responsabili  e promuovere l’educazione dei bambini come via d’uscita dalla povertà.

Dice di essere grato per gli amici che ha conosciuto durante il suo lungo soggiorno in India, così come per tutte le preghiere per la sua liberazione.