meilleurs prix cialis 20 mg pharmacie besancon viagra achat en belgique besoin d'ordonnance pour viagra viagra prix homme generique cialis 20mg prix en pharmacie

Siamo cittadini del Pakistan

«Prima di tutto siamo cittadini pakistani e poi siamo una minoranza religiosa». Agenzia Fides riporta le parole del cardinal Coutts, Arcivescovo di Karachi, durante un incontro organizzato dalla Commissione “Giustizia e Pace” della Chiesa locale.

Oggetto del dibattito: i rapimenti di ragazze cristiane minorenni, costrette a convertirsi e a sposare i propri rapitori, e, in particolare, il recente caso di Arzoo Raja, una tredicenne di Karachi.

Il Cardinale ha sottolineato come non si tratti di una questione religiosa, ma prima di tutto civile: «Siamo cittadini del Pakistan e la legge è la stessa per ogni cittadino del Pakistan; è responsabilità dello Stato garantire la giustizia ai suoi cittadini. La questione del rapimento, delle conversioni forzate e dei matrimoni forzati dovrebbe essere trattata sulla base dei diritti umani, invece di renderla una questione religiosa. È responsabilità dello Stato fornire protezione, tutelare e assicurare la giustizia a ogni cittadino, senza distinzione di credo, cultura, etnia, classe sociale».

Il cardinal Coutts ha poi ringraziato tutto i politici, gli attivisti per i diritti umani, gli esponenti della magistratura, che sono intervenuti per segnalare e sostenere la giustizia nel caso di Arzoo Raja. Ha inoltre invitato a non diffondere notizie false o non confermate su casi di rapimenti, conversioni o matrimoni forzati,  per non danneggiare le situazioni reali.

VAI ALLA NOTIZIA