I cristiani pakistani continuano a essere vittime di discriminazione e violenza

Agenzia Fides News riporta una notizia che fa riemergere la drammatica condizione dei cristiani in Pakistan: l’uccisione di due sorelle Abida e Sajida, di 26 e 28 anni.

Le ragazze, scomparse lo scorso novembre, sono state uccise per aver rifiutato di convertirsi all’Islam. Purtroppo non si tratta di casi isolati in luoghi come la colonia di Makahan, composta in maggior parte da cristiani poveri e analfabeti che lavorano come operai nelle fabbriche dove le lavoratrici cristiane vengono discriminate e spesso subiscono molestie. 

Commenta Nazir S. Bhatti, direttore del Pakistan Christian Post, giornale locale che ha seguito la vicenda: «Sulla carta le minoranze in Pakistan godono di pari diritti sanciti dalla Costituzione, ma bisogna sottolineare che, nella pratica, questo non è vero e che la condizione dei cristiani nella società sta peggiorando».

VAI ALLA NOTIZIA

There is, therefore, no major cardiovascular risk for Cialis as long as all contraindications are followed. vgrmalaysia.net Cialis or its contemporaries presents no particular danger to healthy hearts.