achat cialis rapide substitut au viagra en pharmacie pharmacie belgique viagra acheter du viagra en ligne

Il contributo della Chiesa alla ricostruzione della Sierra Leone

In Sierra Leone, dove le ferite della guerra civile di trent’anni fa ancora faticano a guarire, i cristiani giocano un ruolo fondamentale. Grazie al Consiglio Interreligioso, dove operano insieme ai rappresentanti di altre confessioni, si impegnano per assicurare l’adempimento di quanto deciso negli accordi di Lomé, firmati nel 1999 per garantire la pace tra le diverse fazioni del Paese.

Paul Morana Sandi, Segretario Generale della Conferenza Episcopale del Gambia e della Sierra Leone, ha dichiarato ad Agenzia Fides che i cristiani “provano in ogni modo a superare quel periodo drammatico e a promuovere la pace. Siamo una generazione uscita dalla guerra e dalla sua orribile retorica”. Un fatto che li ha resi “cittadini responsabili” e chiamati a continuare il lavoro con la comunità internazionale “per abbandonare definitivamente la logica del conflitto e prendere la strada dello sviluppo”.

Il Segretario Generale della Conferenza Episcopale ha riconosciuto che “ci sono divisioni etniche, regionali e politiche che minano la nostra coesione nazionale”. Tuttavia, sottolinea che, a prescindere dai problemi, “ci sono sforzi da parte del governo e dei leader religiosi per superare le difficoltà e realizzare una Sierra Leone che ci rappresenti in modo adeguato davanti al mondo”.

VAI ALLA NOTIZIA