acheter cialis original en ligne sans ordonnance prix gineric cialis generique cialis en pharmacie marseille avec ordonnance viagra pour erection prix a la pharmacie cialis online sans ordonnance

La Gregoriana inaugura un nuovo corso di studi per le relazioni tra ebrei e cristiani.

Ebraismo e cristianesimo condividono una storia che si arriva fino ai giorni nostri.

È per lo speciale rapporto che lega queste due religioni, che la Pontificia Università Gregoriana di Roma ha inaugurato un corso in Studi Giudaici e Relazioni Ebraico-Cristiane.

FR. ETIENNE VETÖ
Direttore, Centro Cardinal Bea per gli Studi Giudaici
“È la prima volta nella storia della Chiesa che nasce un diploma canonico, cioè riconosciuto dalla Santa Sede, in Studi Giudaici e Relazioni Ebraico-Cristiane.”

Padre Etienne Vetö è il direttore del Centro “Cardinal Bea” per gli Studi Giudaici presso l’Università Gregoriana.

Come professore di teologia, sottolinea la necessità che i cristiani di oggi comprendano meglio le origini della loro fede.

FR. ETIENNE VETÖ
Direttore, Centro Cardinal Bea per gli Studi Giudaici
“Noi cattolici riconosciamo le nostre radici nell’ebraismo, ma quando diciamo radici le pensiamo come qualcosa del passato. Le radici del nostro albero non sono nel passato, sono ora, sono ciò che dà linfa al nostro albero ora. E quindi la domanda per i cristiani è “come raccogliamo questa linfa ora?”

Il programma biennale porta a Roma studenti da tutto il mondo, per uno scambio di idee, interessi e competenze accademiche.

Il risultato è una comprensione reciproca tra ebrei e cristiani, che rafforza i legami di fede.

ORI KINBERG
Studente Israeliano, Gregorian University
“Questi progetti preparano al dialogo. Possiamo parlare più apertamente, più cordialmente con i nostri amici cristiani”.

Il cardinal Bea è stata una delle figure chiave del Concilio Vaticano II nella stesura di uno dei documenti finali che promuove le relazioni ebraico-cristiane.

Nel 1986, Giovanni Paolo II è stato il primo papa a visitare una sinagoga. Benedetto XVI e Papa Francesco hanno continuato i loro sforzi attraverso iniziative come questa, per inaugurare una nuova era nelle relazioni ebraico-cristiane.

Justin McLellan