acheter du viagra sur internet en france cialis pas cher avec ordonnance equivalent viagra pharmacie sans ordonnance viagra en en ligne

Nel Tigrai violenze contro religiosi e fedeli della chiesa copta ortodossa etiope.

Il quotidiano italiano Avvenire riporta le notizie delle violenze e uccisioni subite dalla Chiesa copta ortodossa etiope negli scorsi mesi, durante la guerra nella regione del Tigrai. Una lettera riservata della stessa Chiesa etiope parla di 78 religiosi uccisi e, secondo alcune testimonianze, truppe etiopi ed eritree sarebbero entrate nei luoghi sacri e avrebbero sparato intenzionalmente ai religiosi.

Nei giorni precedenti, la CNN aveva mostrato un video, fatto uscire di nascosto dall’Etiopia, nel quale il capo della Chiesa ortodossa d’Etiopia, Sua Santità Mathias, condannava per la prima volta quello che definisce il genocidio che il governo di Abiy Ahmed sta compiendo dal 4 novembre 2020 contro il popolo del Tigrai.

Da queste dichiarazioni aveva preso le distanze il Segretario generale del sinodo della Chiesa ortodossa etiope, che, in dichiarazioni riprese dai media governativi, aveva detto che le affermazioni di Sua Santità, di origine tigrina, non erano state approvate dal Sinodo ed erano dunque opinioni personali.

L’Etiopia nega i massacri, ma inchieste giornalistiche di media indipendenti internazionali e organizzazioni per i diritti umani, come Amnesty international, affermano che almeno 800 persone, molte delle quali fedeli che si recavano nella cattedrale che custodisce l’Arca dell’Alleanza per la festa della Vergine Maria, sono state massacrate a sangue freddo da soldati eritrei.

VAI ALLA NOTIZIA